Articoli

Drenanti ed Integratori Alimentari per la Cellulite 

Mi capita molto spesso di parlare con le mie clienti di drenanti, e la mia opinione su quest'argomento è che la soluzione migliore, si trova nella natura. Frutta, verdura e acqua povera di sodio, ci possono già aiutare a vedere i miglioramenti ma, da brava curiosa, ho fatto una ricerca sui drenanti migliori in commercio provandoli su me stessa ( anche su di me c'è da fare).
Entrando nel mondo degli integratori, ci accorgiamo che esiste di tutto e tutto sembra miracoloso, ovviamente non è così però, ho trovato dei prodotti omeopatici buoni e senza effetti collaterali (a meno che non soffriate di problemi cardiaci o pressori per cui è meglio consultare un medico) che possono fare al caso nostro:

- FISIODREN è un ottimo prodotto fitoterapico, svolge un azione detossinante sul fegato ed elimina i liquidi in eccesso, è in forma liquida e va sciolto nell'acqua. Lo consiglio per chi ha poca ritenzione di liquidi da associare ad una buona alimentazione pulita e sana; lo trovate difficilmente in farmacia ma facilmente sul web a prezzi più bassi.

LYMPHOMYOSOT prodotto fantastico che agisce sull'intossicazione dell'organismo che è la causa principale della cellulite, ritenzione idrica e scarso scambio cellulare; stimola la linfa e, io che l'ho provato per voi, posso dire che già con un mese di assunzione si vedono i miglioramenti.
Il
 prodotto si presenta in gocce e lo trovate in farmacia o parafarmacia su ordinazione, è importante consultare un medico se si soffre di disturbi alla tiroide, poiché, questo prodotto potrebbe interferire con il suo funzionamento; lo consiglio a chi ha fretta ed esigenza di migliorare una cellulite di primo stadio! 

Parlando del mondo cosmetico, ho da dire ben poco poiché, non credo nell'efficacia di questi prodotti ma, mi sento di consigliare la soluzione fanghi (i Guam sono i migliori) se avete voglia e tempo, sono gli unici che migliorano anche l'aspetto della pelle migliorandola e levigandola.
I fanghi possono essere associati alla "cura" omeopatica di cui abbiamo parlato sopra, scegliete solo uno dei due prodotti da utilizzare e non entrambi, visto che svolgono più o meno la stessa funzione.

Quando provate questi rimedi, fotografatevi mentalmente o tramite una macchina fotografica (potete anche misurarvi con un centimetro) poiché, è importante vedere se davvero siamo migliorate... il prima e dopo è d'obbligo!!!!
Fatemi sapere come va vi pregooooooooo!!!!!!!!!
Buona disintossicazione e ricordatevi, la prima tappa è sempre pulire il nostro corpo dalle tossine e , quindi.....cominciamo dalla tavola;-)

Buona Giornata!!!!!! 

 

La Cellulite, l'Alimentazione e lo Stress

Questo è un argomento che mi colpisce in prima persona, oltre a danneggiare milioni di donne e, nel blog, l’ho trattato diverse volte.
La mia esperienza personale con la cellulite l’ho avuta un bel po’ di anni fa, quando ho passato quel periodo tipico di tutte le giovani donne che iniziano a uscire con le amiche la sera; aperitivi, cene fuori, nottate in discoteca e le poche ore di sonno, mi hanno portato ad accumulare una cellulite di primo stadio. 
In quel periodo non pensavo fosse quella la causa, ma, con il cambiamento delle mie abitudini durante la maturità, ho capito che sono state proprio delle combinazioni di fattori negativi a farmi stare così.
~Ho modificato il mio stile di vita, per me ora è d’obbligo (per via della stanchezza) andare a dormire massimo per le ventitré, a volte anche molto prima, mangiare leggero a cena, evitare gli alcolici, bere ettolitri di acqua e fare una vita tranquilla senza troppo stress; quando posso, mi ritaglio i miei spazi dedicandomi ai miei hobby e alle mie passioni per rilassare la mente e rigenerare le energie.
Tutto questo vi sembrerà un sacrificio ma secondo me c’è sempre un momento nella vita di ognuno di noi in cui queste situazioni ci vengono naturali, solo poiché stiamo bene e tutto rallenta senza che neanche ce ne rendiamo conto, e lì la bellezza (dentro e fuori) diventa inevitabile.
I problemi, le ansie e le preoccupazioni ci fanno vivere in apnea e, in questo caso, anche la nostra “maledetta” cellulite, ci rema contro!

 

Sotto l’aspetto alimentare, la consulenza è sempre la stessa: nessuna dieta drastica iperproteica ma al massimo iposodica, preferire alimenti e cereali integrali, tanta verdura comprese zuppe e legumi, niente latticini e latte a parte lo yogurt che, va bene come alimento ma meglio non abusarne.
La solita nota dolente sono gli zuccheri raffinati e dolci che non contengono nessuna vitamina o sali minerali e, sarebbe meglio abolirli dalle nostre tavole… ricordiamoci che alcuni alimenti prima non esistevano e da quando sono comparsi hanno creato dei disagi, chiamiamoli così, fisici; ci sarà un motivo?
Alimenti definiti “Junk Food” non sono necessari alle nostre abitudini culinarie, facciamo in modo che la pulizia vera inizi proprio da questo e, subito dopo spazziamo via anche lo stress così la nostra bellezza brillerà di luce propria:-)

Questo è un argomento che mi colpisce in prima persona, oltre a danneggiare milioni di donne e, nel blog, l’ho trattato diverse volte.
La mia esperienza personale con la cellulite l’ho avuta un bel po’ di anni fa, quando ho passato quel periodo tipico di tutte le giovani donne che iniziano a uscire con le amiche la sera; aperitivi, cene fuori, nottate in discoteca e le poche ore di sonno, mi hanno portato ad accumulare una cellulite di primo stadio. 
In quel periodo non pensavo fosse quella la causa, ma, con il cambiamento delle mie abitudini durante la maturità, ho capito che sono state proprio delle combinazioni di fattori negativi a farmi stare così.
~Ho modificato il mio stile di vita, per me ora è d’obbligo (per via della stanchezza) andare a dormire massimo per le ventitré, a volte anche molto prima, mangiare leggero a cena, evitare gli alcolici, bere ettolitri di acqua e fare una vita tranquilla senza troppo stress; quando posso, mi ritaglio i miei spazi dedicandomi ai miei hobby e alle mie passioni per rilassare la mente e rigenerare le energie.
Tutto questo vi sembrerà un sacrificio ma secondo me c’è sempre un momento nella vita di ognuno di noi in cui queste situazioni ci vengono naturali, solo poiché stiamo bene e tutto rallenta senza che neanche ce ne rendiamo conto, e lì la bellezza (dentro e fuori) diventa inevitabile.
I problemi, le ansie e le preoccupazioni ci fanno vivere in apnea e, in questo caso, anche la nostra “maledetta” cellulite, ci rema contro!

Sotto l’aspetto alimentare, la consulenza è sempre la stessa: nessuna dieta drastica iperproteica ma al massimo iposodica, preferire alimenti e cereali integrali, tanta verdura comprese zuppe e legumi, niente latticini e latte a parte lo yogurt che, va bene come alimento ma meglio non abusarne.
La solita nota dolente sono gli zuccheri raffinati e dolci che non contengono nessuna vitamina o sali minerali e, sarebbe meglio abolirli dalle nostre tavole… ricordiamoci che alcuni alimenti prima non esistevano e da quando sono comparsi hanno creato dei disagi, chiamiamoli così, fisici; ci sarà un motivo?
Alimenti definiti “Junk Food” non sono necessari alle nostre abitudini culinarie, facciamo in modo che la pulizia vera inizi proprio da questo e, subito dopo spazziamo via anche lo stress così la nostra bellezza brillerà di luce propria:-)



Omega 3

Gli omega 3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali e hanno due caratteristiche: da un lato servono all’uomo per il benessere e per la sua sopravvivenza; dall’altro lato l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli. Le azioni degli acidi grassi omega-3 sono molte e, quelle più importanti sono, l’azione antinfiammatoria, azione sul cervello poiché hanno un ruolo importante nella trasmissione del segnale nervoso, azione sul sistema immunitario poiché modulano la risposta immunitaria e l’azione sullo sviluppo del feto specie su quella del sistema nervoso centrale.

I vantaggi per quanto riguarda l’attività fisica, si riferiscono, all’aumento delle prestazioni sportive al fine di raggiungere miglioramenti visibili e testati. Un’atleta, per eseguire una prestazione di alto livello, si allena molto e il suo rischio di incorrere a infortuni è elevato. La conseguenza sarebbe uno stop forzato con una perdita di efficienza e, tutto questo può essere riconducibile al fattore stress fisico che innalza l’ormone cortisolo. Quest’ormone se raggiunge livelli elevati, peggiora la performance e causa risposte infiammatorie. Per diminuire questo stato infiammatorio, molti sportivi e non solo, si affidano alla strategia alimentare Zona con l’aggiunta dell’integratore Omega-3, il famoso olio di pesce che davano le nostre nonne ai loro bambini:-)L’integrazione adeguata di olio di pesce ricco di EPA e DHA (gli acidi grassi essenziali all’uomo) è il mezzo più efficace per ridurre lo stato infiammatorio dell’organismo e il rischio d’infortuni in allenamenti estenuanti e intensi. Altri effetti benefici sono il miglioramento del sistema nervoso centrale e l’aumento di massa muscolare sia negli sport aerobici sia nel sollevamento pesi e, il conseguente miglioramento della forza e della potenza, sarà un piacevole effetto collaterale:-) In prima persona vi posso testimoniare che, da quando seguo la Zona con l’integrazione di omega3, ho notato molti miglioramenti oltre al dimagrimento e, anche nei periodi di stanchezza o stress dovuti ad agenti esterni, io ho sempre energia allo stato puro. La cosa che consiglio è di fare analisi del sangue specifiche per poi monitorare i miglioramenti e, solo allora possiamo dire che funziona davvero… a me è andata proprio cosi!

Si trovano in commercio numerosi prodotti con omega3 ma non sono tutti uguali. Bisogna accertarsi che l’olio di pesce sia stato ottenuto per distillazione molecolare per garantire l’assenza da contaminanti e deve avere il massimo della valutazione, le cinque stelle IFOS, un ente canadese riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Salute. Se assumiamo un prodotto scadente, potremmo avere il rischio di assumere sostanze dannose, come gli acidi grassi trans, cioè, quelli che hanno subito una trasformazione che li rende pericolosi alzando i livelli di colesterolo cattivo LDL e riducendo quello buono HDL. La dose da assumere è, per le donne e i bambini dai quattro anni in poi, 2 grammi il giorno (comprese gestanti e donne in allattamento) mentre, per gli uomini dai quindici anni è di 3 grammi al giorno. Provateli per migliorare le vostre prestazioni sportive! 

Vi ho voluto riportare quest’aggiornamento per quanto riguarda l’integrazione degli omega-3, molti tratti di quest’articolo sono stati estrapolati dal report scientifico dell’ Enerzona e riguardano l’ultima conferenza fatta sull’importanza dell’integrazione. Spero vi sia utile e, informatevi sempre sui prodotti che acquistate. Per info sui prodotti Enerzona: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

I TRATTAMENTI ESTETICI SULLA CELLULITE

Con quest'articolo non voglio passare per l’esperta del settore, poiché non lo sono, vi riporto solo esperienze da me provate.
I trattamenti che ho testato personalmente sono stati, la mesoterapia, il massaggio linfodrenante, l’endermologie e la cavitazione, tutti provati per capire quali erano i loro limiti e dove mi potevano portare per migliorare la mia cellulite; c’è da aggiungere che io non ho mai avuto una cellulite grave da non poter essere migliorata, quindi, la cosa importante sarà quella di valutare di che tipo di cellulite si sta parlando.
Torniamo a me e alla mia esperienza, per rendere tutto più chiaro vi elenco i trattamenti con le mie considerazioni:

 

  1. Mesoterapia: l’ho fatta molti anni fa per provare a vedere l’effetto che aveva e, nel caso, consigliarla alle mie clienti. Consiste in una tecnica di somministrazione di farmaci per via intraepidermica o sottocutanea tramite delle iniezioni fatte con aghi molto piccoli e diciamo che è indolore ( io però odio le punture).
    Il risultato dopo 10 sedute, sono stati molti lividi e un effetto levigato che è durato troppo poco per quanto mi riguarda. Ho capito che tanto fastidio per nulla non era per me e così non ho ritenuto opportuno far sottoporre le mie allieve a questo trattamento.
  2. Endermologie: tecnica molto meno invasiva e a tratti anche piacevole, poiché si tratta di un massaggio effettuato con una macchina composta da rulli mobili che simulano il massaggio linfodrenante, sollevando e spremendo la pelle allo scopo di riattivare la circolazione linfatica.
    Anche in questo caso ho fatto una decina di sedute e devo dire che ho avuto, sicuramente, un approccio più positivo della prima e, il risultato, è stata una pelle molto levigata con una durata più lunga nel tempo. Sicuramente andavano fatte altre sedute di mantenimento ma, ahimè, io ho mollato per una questione sia economica che di tempo… però l’ho consigliata!
  3. Massaggio linfodrenante: è quello che in assoluto preferisco, e che sto facendo anche ora in gravidanza, momento in cui la cellulite me la vedo anche sui polpacci… che dramma!
    Il massaggio agisce sul sistema circolatorio e linfatico, inizia dalla parte superiore del corpo e poi seguendo il decorso circolatorio scende in basso, cercando di indirizzare i liquidi in alcune parti del corpo , fino ad essere eliminati.
    Può essere eseguito anche senza olii o creme, ed è un trattamento a tratti piacevole e rilassante ma, è importante che l’operatore sia un professionista e che non si tratti di semplici carezze, come mi è capitato tante volte.
    Il metodo migliore è il Vodder di cui ho già parlato in un precedente post. Questo tipo di trattamento, è quello che consiglio in assoluto e, diventa un valido sostegno per il mio lavoro su soggetti con una cellulite severa, oltre al programma alimentare da seguire che sta alla base di ogni riuscita.
  4. Cavitazione: è una tecnica basata sul principio di ultrasuoni in bassa frequenza allo scopo di ridurre le masse adipose e la cellulite.
    Ho avuto una brutta esperienza con questo trattamento ed ho fatto solo poche sedute, poiché è molto costosa e rischia, almeno nel mio caso, di diminuire la massa magra creando dei solchi sui glutei, a mio parere antiestetici e poco efficaci. Non ho mai consigliato questo trattamento e ho raccontato la mia esperienza a chiunque avesse avuto la voglia di provare.
    E’ assolutamente vero che, sono passati due anni da quando l’ho provata e sicuramente oggi le tecniche saranno migliori.

 

Dopo tutta questa lista, che spero non vi abbia annoiato ma, serva a farvi scegliere il metodo migliore per voi, volevo dirvi che l’unica volta che ho visto la mia pelle levigata, bella senza buccia d’arancia, è stato quando ho fatto una dieta disintossicante a base di frutta, verdura e tanta acqua oligominerale accompagnata da un buon programma fisico.
Vi assicuro che è il metodo migliore, anche se un massaggio alla settimana è sempre tanto piacevole e ve lo consiglio… A presto!


L'importanza delle Buone Abitudini in Zona

La dieta Zona la possono fare tutti!
Continuo a ripeterlo e, mi rendo conto, che l’ostacolo più grande è l’organizzazione dei pranzi e degli spuntini bilanciati da portare dietro… ma non è così difficile!
Le giustificazioni continue che mi sento dire sono la stanchezza, la mancanza di tempo per fare la spesa o la semplice mancanza di voglia nell’organizzarsi. È un gran peccato!
Mangiare nelle mense, tavole calde o qualsiasi bar vicino all’ufficio, potrebbe far prendere chili e soprattutto danneggiare la salute; in una delle mie ultime vacanze a New York, mi sono resa conto che le cose sono molto più semplici per gli americani.
Ci sono dei luoghi dove mangiare, in cui non hai problemi  anche se vuoi stare attento a grassi e calorie.
Nelle nostre città, o almeno a Roma, è difficile trovare un posto che ti fa l’insalata come vuoi tu con un banco self service dove scegli gli ingredienti freschi da mixare e poi alla fine scegli anche il tuo condimento, per non parlare di come poi vieni tagliata l’insalata insieme a tutti gli ingredienti…gustosissima!
Questo è solo un esempio, poiché ci sono anche altri posti molto carini dove puoi gustare piatti bilanciati e non troppo conditi, c’è l’imbarazzo della scelta e, a un certo punto mi è venuto in mente che avrei potuto aprire un luogo tipo questi nella mia città… ma questa è un’altra storia;-)
A parte i paragoni assurdi, vorrei tornare sul problema organizzativo; la dieta Zona o Mediterranea o Dukan, hanno bisogno di una preparazione anticipata per avere l’effetto desiderato ma, almeno secondo la mia esperienza, nella dieta Zona è tutto più semplice grazie anche all’aiuto di spuntini pronti a base di cioccolato che sono davvero molto golosi (andate su enerzona).
Questi sono solo due esempi tra mille che potrei farvi, ma il mio obiettivo è cercare di trasmettere il messaggio che l’organizzazione può aiutarci a non fare errori a discapito del nostro corpo e della nostra salute.
Nel mio lavoro mi capita di seguire donne in carriera che conducono vite allucinanti con orari assurdi; le loro abitudini alimentari sono sballate e si ritrovano a mangiare in mense in parte decenti tutti i giorni e, la sera, spiluccano per mancanza di energie o frigoriferi vuoti.

Le note dolenti arrivano quando le alleno!
Mi ritrovo di fronte a fisici che non reagiscono, con massa magra inesistente anzi, totalmente svuotata per mancanza di nutrimento,e non è facile poi dare nuove regole o trovare un allenamento ideale, se alla base non c’è un’alimentazione curata nei minimi dettagli con la presenza di tutti i macronutrienti.
Vogliamo una cosa, cambiamo le cattive abitudini in sane e, soprattutto diamo ai pasti la giusta importanza… il cibo, diventa il carburante per il nostro corpo e ci aiuta a sostenere le fatiche della quotidianità, non è un momento frugale da consumare più in fretta possibile.
Ci sono cose importanti nella vita, l’alimentazione è una di queste!


 
image